La manutenzione predittiva dei motori elettrici è sempre più un elemento fondamentale per abbattere i costi, incrementare la produttività e aumentare il livello di competitività aziendale. La possibilità di attivare sistemi di analisi in cui sono le macchine stesse a pianificare gli interventi di manutenzione – e quindi in tempi ben specifici e in maniera tempestiva – può sicuramente portare a un aumento di fatturato.

 

Manutenzione predittiva: come funziona

La IoT predictive maintenance permette di unire la diagnostica in tempo reale alla capacità di anticipare con precisione guasti e malfunzionamenti. Il sistema di manutenzione predittiva con l’Internet of Things, collegato direttamente al motore elettrico, raccoglie in tempo reale tutti i dati su temperatura, vibrazioni, usura, classifica le grandezze elettriche, individua eventuali sbilanciamenti di tensioni e correnti, squilibri e disallineamenti. Il comportamento del motore è quindi costantemente monitorato e ogni dato registrato.

Dall’analisi dei dati è quindi possibile sapere in anticipo quando si verificheranno anomalie o guasti e inviare un allarme agli addetti alla manutenzione. La manutenzione predittiva permette dunque ai tecnici di sapere quali componenti sostituire o riparare, prima ancora che si verifichi il guasto, evitando così fermi macchina. 

 

I vantaggi della manutenzione predittiva

La manutenzione predittiva permette quindi di agire prima che intervenga il fermo macchina e solo quando serve. Ciò consente non solo di ridurre i costi di manutenzione, ma anche di migliorare il servizio post-vendita. Le aziende produttrici di motori elettrici, potendo prevedere quando un componente giunge a fine vita, possono infatti usare queste informazioni per programmare la manutenzione e inviare i ricambi per tempo, portando così il servizio post-vendita a un livello superiore.